Insegnanti


    KhnaKhna Karaca

    Pianoforte, Presidente dell’Associazione Il Classico Musica e Arte

    Ha iniziato gli studi musicali a 4 anni e si è diplomata con lode al Mozarteum di Salisburgo in pianoforte e didattica del pianoforte, sotto la guida di Kurt Neumuller, studiando musicologia all’Università di Salisburgo. Si è perfezionata a Vienna con Paul Badura Skoda e Alfred Brendel e a Milano con Alberto Mozzati.
    Ha svolto attività concertistica in diversi Paesi, come solista con orchestra o senza e in diverse formazioni da camera, effettuando registrazioni radiofoniche.
    Ha lavorato per quattro anni alla Scala come pianista accompagnatore. Ha approfondito i più aggiornati metodi  di insegnamento, svolgendo un’intensa attività e ricerca didattica alla fine delle quali ha fondato nel 1989 la Scuola di Musica Il Classico, che tuttora dirige, e nel 2004 l’Associazione Il Classico Musica e Arte.

    img_0528-copia-2Laura Lobetti Bodoni

    Pianoforte, Teoria e solfeggio Analisi e primi cenni di Composizione, “Il Classico per le scuole”

    Diplomata in Pianoforte sotto la guida del Maestro P. Musmeci presso il Conservatorio di Genova e in clavicembalo al Conservatorio di Milano nella classe dell’insegnante M. Mauriello. Consegue i diplomi di perfezionamento clavicembalistico presso la Akademie fur Musik in Altenburg (Vienna) e la Internazionale Sommerakademie a Lilienfeld (Vienna).
    Svolge attività concertistica come solista e in gruppi da camera, prendendo parte tra l’altro ai cicli di concerti “Omaggio al Clavicembalo” per la Società dei Concerti di Milano e “L’integrale delle Sonate per Clavicembalo di Domenico Scarlatti” per le Serate Musicali. Nell’estate 2009 partecipa al Festival der Zukunft ad Ernen (Svizzera).
    Si specializza in duo pianistico con il Maestro M. Tarantino, conseguendo il diploma in seguito al Corso Triennale di formazione e perfezionamento per Duo Pianistico tenuto dal duo Frosoni - Baggio presso la Civica Scuola di Musica di Milano, e perfezionandosi successivamente con il Maestro A. Kontarsky. Con tale formazione intraprende un lungo percorso che la vede esibirsi in Italia e all’estero, partecipare a numerose trasmissioni radiofoniche e vincere premi in Concorsi Nazionali ed Internazionali.
    Ha conseguito a pieni voti il Compimento Medio di Composizione Tradizionale sotto la guida del Maestro A.E. Negri. Ha scritto musiche per i cortometraggi “Vuoto-Pieno” (2004), “Katmandu” (2007), per il lungometraggio “Tre Lire Primo giorno” (2008), vincitore di due premi all’”Awards” di Los Angeles, per il balletto “In alto mare” (2011) e per il lungometraggio-documentario  ”Fuori Scena”(2013) sull’Accademia del Teatro alla Scala.
    Ha seguito il “Seminario di formazione Musicale La didattica del Pianoforte” tenuto da Donatella Bartolini e Carla Canedi, Il “Seminario di Pedagogia e Didattica della Lettura, Percezione e Teoria della Musica” presso il Conservatorio di Milano, e il corso “Dall’analisi all’interpretazione della musica per tastiera di G.S. Bach” presso il Centro “Preludio” di Milano.
    È stata docente in numerose Scuole di Musica di Milano e Lombardia nonché presso asili e scuole elementari. Attualmente è titolare della cattedra di teoria e solfeggio presso la Civica Scuola di Musica di Casatenovo e di coro presso la Scuola Suzuki di Milano.

    img_2314Carlo De Martini

    Musica da Camera, Coordinatore degli Spettacoli

    Violinista, violista e direttore d’orchestra, si è diplomato nel 1979 con Bruno Salvi alla Scuola Civica di Milano. Si è perfezionato poi al Mozarteum di Salisburgo con Sandor Végh, suonando a lungo nella Camerata Accademica Salzburg, e con Gyorgy Sebok, con cui ha collaborato a lungo nel “Festival der Zukunft” di Ernen, di cui è stato condirettore artistico. Appassionato cultore della Musica da Camera, ne ha esplorato molteplici possibilità suonando in diverse formazioni e svolgendo un’intensa attività concertistica. Attualmente fa parte del Classico Terzetto Italiano, che  propone un repertorio del primo ottocento con strumenti originali, e partecipa alle produzioni orchestrali del Giardino Armonico. Ha fondato nel 1987 l’Orchestra da camera “Il Quartettone” con cui ha prodotto fino al 2010 una Stagione di Concerti milanese, partecipando al Circuito Regionale Lombardo di Musica Antica. Con Il Quartettone e con il quartetto d’archi Le Ricordanze ha inciso negli anni ’90 musiche di Boccherini, Cambini, Mozart, Bartok, collaborando con artisti come Gyorgy Sebok, Mario Brunello, Alexander Lonquich e Giuliano Carmignola. Insegna dal 1981 violino presso la Civica Scuola di Milano “Claudio Abbado” dove si occupa anche dell’Orchestra dei giovani allievi, da lui fondata nel 1991.

    20160227_2334571Kerem Brera

    Violoncello  - Coordinatore Propedeutica musicale

    Kerem Brera nasce a Monza da una famiglia di musicisti. Si diploma al Conservatorio “G. Verdi” di Milano sotto la guida del M° Marco Scano nel 2003 e consegue la laurea specialistica di II livello nel 2006 con il massimo dei voti. Frequenta alla Scuola di Musica di Fiesole, i corsi del M° Bronzi. Ottiene due Master specialistici al Conservatorio della Svizzera Italiana nella classe del M° Robert Cohen . Partecipa a diverse Masterclass con i M°  Flaksman, T. Demenga, P. Masi, Franco Rossi, Karina Georgian e Alain Meunier. Segue anche Corsi di musica antica con Kees Boeke, Renè Clemencic e Jordi Savall, nonché Seminari di musica contemporanea con R. Rivolta e G. Bernasconi con il quale ha collaborato assiduamente. Membro della European Union Youth Orchestra dal 2006 al 2008, prende parte alle tournèe suonando in tutta Europa sotto la guida di V.Ashkenazy. Collabora con diverse orchestre italiane, I Pomeriggi Musicali, La Verdi e L’Orchestra della Svizzera Italiana e suona sotto la direzione di G. Kuhn, G.G. Rath,D. Kawka, P.Bellugi, Lu Jia, S.Accardo e J. Axelrod. Suona per diversi Enti musicali, prevalentemente in formazioni cameristiche in Italia e all’estero: Società del Quartetto, Società dei Concerti, Festival Internazionale Mozart di Rovereto, Assami, Serate Musicali di Milano, Festival della Musica contemporanea di Berna, Charleston Manor festival di Londra. Ha avuto modo di suonare con con musicisti quali Robert Cohen, Yuval Gotlibovich, Vilde Frang, Francesco Senese, Danusha Waskiewicz, Fabien Thouand e Paolo Marzocchi. Come solista esegue nel 2011 esegue alla Radio della Svizzera Italiana “Detto II” per violoncello solo e 13 strumenti di S. Gubaidulina in omaggio agli 80 anni della compositrice russa. Si esibisce come solista anche con L’Orchestra da Camera di Lugano e l’orchestra Camerata dei Castelli di Bellinzona. Nel 2010 è invitato a suonare al festival di musica da camera di Praga, dove si esibisce al Senato della Repubblica Ceca.  Suona per L’Estival Jazz, il Longlake Festival di Lugano e il Festival sull’Acqua di Colico. Nel 2014 fonda il quartetto Eranos con il quale si esibisce in tutta Svizzera e in Italia.  E’ fondatore nel 2004 dell’Associazione “Il Classico” Musica e Arte dove insegna violoncello. E’ docente di violoncello alla Scuola di Musica “R. Goitre” di Colico e alla Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera Italiana.

    feyzibreraFeyzi Brera

    Violino, Coordinatore “Il Classico per le scuole”

    Nato a Monza da una famiglia di musicisti, inizia a studiare musica all’età di tre anni. Dopo aver frequentato la già Scuola Civica di Milano all’interno della classe del M. Carlo De Martini, nel 1997 viene ammesso nella classe di Cinzia Barbagelata al Conservatorio “Verdi” di Milano dove consegue, nel 2003, la laurea di primo livello in violino con il massimo dei voti. Nell’ottobre 2006, consegue, poi, la laurea specialistica di secondo livello in violino, indirizzo solistico-esecutivo, sotto la guida di Mauro Loguercio.
    Svolge un’intensa attività di musica da camera sia come violinista che come violista.
    Ha suonato con l’ensemble Musicamorfosi con la quale ha preso parte a numerosi progetti discografici, teatrali e televisivi.
    Ha collaborato con alcune orchestre che si dedicano in particolare all’esecuzione con strumenti originali (ad esempio Il Quartettone con il quale ha inciso l’integrale delle Serenate per archi di Mozart per la rivista Amadeus e ha preso parte alla realizzazione dell’ “Idomeneo” di Mozart e a una tournè in Francia e in diversi teatri italiani). Tra il 2008 e il 2009 ha collaborato al progetto discografico “Jaques Brel” ideato dal pianista Jazz Umberto Petrin. Pratica anche generi musicali come il funky, il blues e il rock suonando la chitarra elettrica. Nel 2005 fonda i “Gladys”, rock band che si esibisce in molti locali di Milano e provincia (nel 2007 hanno suonato presso le “Scimmie”). Insegna violino presso varie scuole milanesi e partecipa a progetti musicali in alcune scuole elementari insegnando propedeutica musicale legata in particolare al canto corale. Dal 2012 collabora con l’Orchestra Sinfonica Esagramma, Centro di formazione e terapia: Musica e nuove tecnologie per il disagio psichico e mentale. Dal 2004 è tra i soci fondatori dell’Associazione Il Classico Musica e Arte.

    chiara-fotoChiara Granata

    Arpa,  Storia della Musica, Coordinatrice stagione concertistica “Anteprima”

    Arpista milanese, dopo aver compiuto gli studi tradizionali al Conservatorio G. Verdi di Milano, si è specializzata nell’esecuzione della musica antica su strumenti originali, studiando con M. Galassi e conseguendo il diploma di arpa barocca (2005) e il diploma di arpa a movimento semplice (2012) all’Accademia Internazionale della Musica di Milano, e la laurea con lode al biennio superiore del Conservatorio Dall’Abaco di Verona (2007). Suona una copia dell’arpa Barberini (Roma 1632) ricostruita nel 2006 da D. Pontiggia, e un’arpa originale Naderman (Parigi,1820 c.a.). Ha realizzato collaborazioni con diversi gruppi di musica barocca e classica tra cui: la “I Turchini”, Napoli (dir. A.Florio), “La Venexiana”, Milano (dir. C.Cavina), “Akademie fur Alte Musik”, Berlino (dir. R. Jacobs), l’“Academia Montis Regalis”, Mondovì (dir. A.De Marchi), l’“Ensemble Piano&Forte”, Milano (dir. A.Frigé),  “La Concordanza”, Milano (dir. I. De Ruvo), l’”Ensemble Matheus”, Brest (dir. J.C.Spinosi), “Los Musicos de su Alteza”, Saragoza (dir. L.A.Gonzales), la “Capella de Ministrers”, Valencia (dir. G.Magraner), “Ensemble Costanzo Porta”, Cremona (dir. A.Greco), “Akademia” (Parigi, dir. F. Lasserre). Ha inciso per Eloquentia, Hyperion, Stradivarius, Dynamic, Glossa, Alpha, Sony, Deutsche Harmonia Mundi, Fondazione Giorgio Cini, Resonus classic. Si è esibita in diversi teatri e sale da concerto europee, tra cui le seguenti: Parigi, Cité de la musique, Theatre des Champs-Elysées; Lussemburgo, Philarmonie; Amsterdam, Concertghebow; Napoli, Teatro Mercadante e Teatro San Carlo; Valencia, Palau de la musica; Siviglia, Teatro della Maestranza; Potsdam, Palazzo Sanssouci; Brest, Theatre Le Quartz; Pisa, Teatro Verdi; Torino, Teatro Carignano. Si è laureata con lode in filosofia all’Università Statale di Milano, con una tesi di estetica musicale seicentesca, insignita del premio universitario “Dal Pra 1997-98” per la ricerca nelle discipline storico filosofiche, ed ha proseguito la propria ricerca nell’ambito dell’estetica musicale e della storia della musica. Tra le pubblicazioni si ricordano: “Le ombre, il chiaro e il distinto: l’esperienza musicale nelle pagine di Descartes”, (“Materiali di Estetica”, maggio 2001), e “La musica e l’esperienza del tempo” (“Nuova Umanità”, gennaio 2006), “La musica e l’angelo. Risonanze nella musica di Monteverdi, Bach, Messiaen” (con T. Handerson, Nuova Umanità, febbraio 2010), ed il libro Sapere è un verbo all’infinito (con A. Granata ed E. Granata, Il Margine 2013). Svolge attività didattica di arpa e storia della musica in diverse scuole, e promuove attività di ricerca e seminariale. Si ricordano a questo proposito i laboratori musicali presso l’Università Bicocca di Milano (corso di laurea in Scienze dell’Educazione, anni 2010-11, 2011.12, 2012-13, 2013-14); ed i seguenti corsi e seminari presso Conservatori: Adria, Conservatorio G. Buzzolla, Biennio Superiore, corso di arpa barocca (repertorio e basso continuo) (2005); Napoli, Conservatorio S. Pietro a Majella, Seminario L’arpa nel periodo barocco. (2010); Milano, Conservatorio G. Verdi, seminario L’arpa tra Rinascimento e Barocco (2003).

    elisabettaElisabetta Cannata

    Teoria e Solfeggio, Analisi, Storia e Composizione, Propedeutica Musicale, Educazione Audiopercettiva

    Elisabetta Cannata, nata a Milano, ha studiato violoncello presso il Conservatorio di musica “Giuseppe Verdi” di questa città dove, nel 1988, ha conseguito il diploma sotto la guida della prof. Maria Leali. Ha poi seguito corsi di perfezionamento in quartetto con il M. Franco Rossi (Verona 1988/89), in violoncello con il M. Boris Pergamenschikow (Lubecca – Germania 1989) e la prof. Marianne Chen (1990/91 e 1996/97), e in musica da camera con il M. Robert Lehrbaumer (Altenburg – Austria 2000). Nel 2008 ha conseguito a pieni voti la laurea (biennio specialistico di II livello) in Musica da Camera presso il conservatorio “G. Verdi” di Como. Nel 1989 si è classificata prima nella Settima Rassegna Nazionale di Musica d’Assieme “Città di Genova” per la sezione Trio.

    Ha collaborato con l’Orchestra RAI di Milano dal 1988 al 1993, con altre orchestre sinfoniche (Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Stabile di Bergamo, Orchestra Verdi di Milano, Orchestra del Teatro Regio di Parma, Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, Orchestra Vivaldi) e con varie orchestre da camera, anche nel ruolo di primo violoncello. Dal 1992 al 1995 è stata membro stabile dell’orchestra da camera “Il Quartettone” di Milano, con la quale ha suonato nelle più importanti stagioni italiane, effettuato tournée in Europa (Cecoslovacchia, Ungheria, Austria, Germania e Svizzera) e inciso alcuni CD per la rivista musicale Amadeus.

    Alla professione in campo classico affianca un interesse per la musica popolare e l’attività di cantautrice. Con questo repertorio si esibisce in veste vocale e strumentale e ha inciso un cd dal titolo Ammacunà insieme con Roberta Pestalozza. Si dedica da anni alla trascrizione vocale e strumentale di repertorio classico e popolare, oltre ad aver composto alcuni brani originali.

    Elisabetta si dedica da sempre con passione alla didattica, dove è attiva in più campi: violoncello, musica da camera, orchestra e teoria musicale. In questi ultimi anni si è anche avvicinata all’insegnamento della propedeutica musicale per i più piccoli da 0 a 6 anni, ispirata alla metodologia Kodály.

    Nel 2015 ha seguito la formazione Colourstrings Teacher Training di Violoncello tenuta a Londra dal M° Csaba Szilvay. Nel campo della propedeutica, ha frequentato il corso di Music Kindergarten con M°Karen Mackenzie, a Londra nel 2015 e a Helsinki nel 2016, proseguendo poi nel 2017 ad Edimburgo con Yvonne Wyroslawska. Ha frequentato anche corsi di metodologia Kodály col Mº David Vinden e con il Mº James Cuskelly e coro con Mº Laszlo Nemes.

    Attualmente insegna presso le scuole di musica: Il Classico, Milano, Il Picchio, Gallarate, Colourstrings Italia, Milano

    Disney in concerto 19.4.2009Dario Grandini

    Maestro del Coro Akses di voci bianche

    Nato a Milano compie i suoi studi musicali presso il Conservatorio G. Verdi della sua città.
    Inizia la sua attività musicale nel ’97 in qualità di artista del coro diretto dai Maestri Casoni, Caiani, Moretti e Casali, collabora in qualità di maestro preparatore con numerose istituzioni quali il Teatro alla Scala, ’Orchestra Cantelli, l’Orchestra di Milano Classica, i Pomeriggi Musicali di Milano, il Piccolo Teatro di Milano e il Coro di voci bianche della Scala, effettuando anche tournée in importanti teatri italiani ed esteri. Dal 1997 al 2005 è stato assistente del M° Caiani per le produzioni del Coro dell’AS.Li.Co. ed è stato maestro del coro As.Li.Co. per le seguenti opere: Barbiere di Siviglia, Rigoletto, Trovatore e Tosca.
    Dal 2003 al 2009 è stato maestro del coro di voci bianche del Teatro Sociale di Como svolgendo attività di tipo concertistico ed operistico. Attualmente lavora come collaboratore artistico presso il Teatro Regio di Torino e continua la sua collaborazione con il Teatro alla Scala per il Coro di Voci Bianche.Dal 2007 è maestro del coro di voci bianche Akses di Milano.

    barbara-volta_21Barbara Volta

    Insegnante del Coro Propedeutico e Tecnica Vocale

    Nata a Milano, inizia giovanissima a cantare nel Coro di voci bianche del Teatro alla Scala partecipando a numerose produzioni del teatro anche in qualità di solista. Nel 1990 interpreta la parte di uno dei tre geni nel Flauto Magico di Mozart per la produzione dell’As.Li.Co. Ha collaborato con il Tölzer Knabenchor di Monaco di Baviera, diretto dal Maestro Gerhard Schmidt Gaden. Nel 2001 si è diplomata in canto presso il Conservatorio Bonporti di Riva del Garda e consegue l’attestato regionale di animatore musicale e musicoterapista presso il Centro Educazione Musicale di Base. Dal 1997 ad oggi insegna musica nella scuola primaria. Ha collaborato con molti cori quali i Civici Cori di Milano diretti dal Maestro  Bordignon, il Coro del Teatro Municipale di Piacenza diretto  dal Maestro  Casati, il Coro del Teatro Coccia di Novara diretto dal Maestro Cavallaro e il Coro Verdi di Milano diretto dal M. Jais e il M. Erina Gambarini. Dal 1999 canta nel Coro dell’As.Li.Co., con piccole parti anche da solista,  sotto la guida dei seguenti Maestri: Caiani, Casati, Grandini, Franzese e Greco.  Collabora anche con vari gruppi polifonici, partecipando ad alcuni concerti in qualità di solista.

    stefanoborsatto-300x3002Stefano Borsatto

    Pianoforte, Organista, Assistente del Coro Akses

    Nato a Milano nel 1994, ha conseguito i diplomi di Pianoforte con lode (2010, Conservatorio G. Verdi di Como, Prof.ssa Khna Karaca), Organo e Composizione Organistica con lode e menzione (2015, Conservatorio G. Cantelli di Novara, M° Giancarlo Bardelli) e Tecnologia Audio con il massimo dei voti (2017, Scuola Civica di Musica C. Abbado di Milano). Ha seguito corsi di perfezionamento in pianoforte con i M.i Tiziano Poli e Antonio Ballista e in organo con i M.i Alessio Corti e Alessandro La Ciacera. E’ stato premiato in numerosi concorsi, fra cui primo premio assoluto ai concorsi internazionali “Lago di Monate” e “Fortini” di Bologna. Fra gli altri, ha partecipato alle rassegne “Armonie d’Autore” e “Rebus” del Teatro Dal Verme di Milano e ha tenuto concerti come solista di organo nella Cattedrale di Cremona e presso la Basilica di Loreto (AN). Dal 2010 al 2014 è stato organista delle basiliche milanesi di S. Nazaro e S. Calimero e della chiesa di S. Maria al Paradiso; ha collaborato come pianista per l’Orchestra Sinfonica G. Verdi di Milano, i Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Filarmonica Italiana, As.Li.Co. È stato pianista accompagnatore per concorsi internazionali e corsi di perfezionamento. È stato diretto da Bob Chilcott (ex King Singers) per la prima esecuzione milanese del suo Requiem; è stato pianista per le regie e per gli spettacoli de “L’opera da tre soldi” di Damiano Michieletto al teatro Strehler di Milano (2016, M° Giuseppe Grazioli). E’ inoltre maestro collaboratore del Coro Sinfonico dell’Auditorium G. Verdi di Milano e insegna Pianoforte presso le associazioni Il Classico e Flute Harmonique di Milano. Recentemente ha inciso al pianoforte musiche di scena di N. Rota per la Decca ed è stato assistente musicale in regia per la registrazione di musiche di G. Marinuzzi, musiche da film e cantate di J. S. Bach. Frequenta il Corso di Laurea di I Livello in Informatica presso l’Università del Piemonte Orientale.

    marija_kuhticMarija Kuhtic

    ha collaborato dall’a.s. 2011/2012 all’a.s. 2016/2017 per i corsi di Educazione Audiopercettiva e per il corso de “Le più Belle Storie della Musica”

    Nata in Croazia, si è trasferita all’età di 4 anni a Milano dove ha studiato pianoforte presso L’Accademia Internazionale della Musica con Luana Baccani. Si è diplomata presso il Conservatorio di Novara, frequentando poi il Biennio di specializzazione in pianoforte (indirizzo concertistico) conseguito presso l’Accademia internazionale della musica, Istituto di musica classica, e partecipando a masterclass tenute da Paolo Bordoni,  Alfons Kontarsky e Daniela Ghigino. In parallelo ha conseguito la Laurea triennale in Scienze dei Beni culturali con votazione 110 e lode  presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi in organologia su Cesare Augusto Tallone: costruttore e accordatore di pianoforti italiani e, in seguito, la Laurea magistrale in Musicologia e Beni Musicali con il massimo dei voti e lode con un lavoro su La diffusione della musica strumentale di Schubert in Italia tra ‘800 e primo ‘900: il caso delle trascrizioni pianistiche.
    Ha frequentato il “Corso di formazione Post diploma per l’attività musicale autonoma e l’autoimprenditorialità” conseguito presso l’Accademia Teatro alla Scala, volto all’approfondimento di principi di organizzazione e gestione dello spettacolo musicale, realizzazione e promozione di eventi musicali quali stagioni e rassegne concertistiche, creazione e gestione di un gruppo da camera, realizzazione di progetti di gruppo e individuali di tipo musicale, finanziamento e adempimenti burocratici, stesura dei programmi di sala, presentazione dei concerti.
    Dal 2005 è responsabile del laboratorio Conversazioni musicali al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia ‘Leonardo da Vinci’, dove tiene un laboratorio musicale nella sala di musica Emma Vecla,  volto all’intrattenimento dei visitatori di tutte le età con musiche al pianoforte e parallele spiegazioni e dimostrazioni pratiche circa il funzionamento e la costruzione degli strumenti musicali. Lavora attualmente presso l’Accademia Teatro alla Scala all’interno dell’ufficio Cooperazione Culturale, dove si occupa dell’organizzazione e gestione di innovativi progetti di ricerca e di formazione, inseriti nei programmi promossi dalla Comunità Europea, realizzati in collaborazione con prestigiose istituzioni in Italia e all’estero.

    foto-arturoArturo Garra

    Clarinetto

    Comincia a studiare musica e pianoforte all’età di 5 anni sotto la guida di Khna Karaca e si diploma in clarinetto con Luciano Tessari al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano nel Giugno 2010 con il massimo dei voti. Nel Maggio 2013 si diploma in clarinetto basso presso l’Accademia Internazionale di Clarinetto Basso di Pordenone  diretta da Paolo De Gaspari. Nel corso di questi anni di studio ha partecipato a diverse Master Class con  Karl Leister, Sharon Kam, Joseph Balogh, Stefano Cardo, Gabriele Mirabassi, Alfredo Ferrario, Claudio Puntin, Vincenzo Paci, Enrico Maria Baroni, Pedro Rubio. Nell’estate del 2008 segue il seminario “Clarinet and Klezmer in the Galilee” a Safad, in Israele con Giora Feidman. Da alcuni anni svolge regolare attività concertistica con il quartetto di clarinetti “Afea” per il quale si occupa anche delle trascrizioni dei brani, adattandoli a questa formazione. Il repertorio, oltre al classico, visita anche  il novecento e la world music (klezmer, tango e jazz) e conta qualche prima esecuzione di compositori contemporanei. Negli ultimi anni il quartetto ha tenuto diversi concerti in Europa e in America. Con Afea  ha vinto numerosi premi (G. Cantarone 2007 e L. Ferrero 2008 al Conservatorio di Milano, “Fondazione Rosa e Giuseppe Pescetto” nel 2008, Enrica Cremonesi nel 2009 e nel 2012, “Soundtrack Foligno” nel 2011 e il Concorso Nazionale dell’Accademia Italiana del Clarinetto ad Assisi nel 2012). Come solista, con il clarinetto basso, si è aggiudicato il Premio Unico del XI Concorso Nazionale di Esecuzione per Clarinetto promosso dall’Accademia Italiana del Clarinetto ad Assisi nel Luglio 2012. Dopo il Diploma inizia a suonare in diverse formazioni Jazz tra le quali la Hot Jazz Band Chicago Stompers, il duo col chitarrista Yuri Biscaro, il trio the Gumbos e il quartetto I Casi (col quale nel Maggio 2015 si aggiudica il primo premio della prima edizione del Maletto Prize vincendo così un contratto discografico con la Nau Records) oltre che in numerosi gruppi di stile manouche della giovane scena milanese. Con tutte queste formazioni tiene attività concertistica in Italia e in Europa. Nel 2014 partecipa al progetto diretto dal trombettista Giovanni Falzone “La Banda del Teatrino”. Consegue il compimento medio di Composizione presso il Conservatorio G. Verdi di Milano. Scrive regolarmente brani originali e trascrizioni per tutte le formazioni in cui suona e da diversi anni compone musiche originali per cortometraggi, audio-documentari e spot pubblicitari tra cui  “Yawp” di Eugenio Di Fraia, “Ucraina, terra di confine” di Anais Poirot-Gorse e “La voce di mio fratello” di Andrea Bersani. Il suo brano “No Hurry” per clarinetto basso solo è stato pubblicato da Farandola Editrice nel 2012.

    me-con-skel2Vittorio Casagrande

    Metodo Feldenkrais

    Vittorio Casagrande è musicista diplomato e insegnante di chitarra classica da oltre 35 anni. Si interessa del Metodo Feldenkrais® fin dal 1997. E’ stato abilitato all¹insegnamento di tale disciplina dall’ “Institute for the Study of Somatic Education”. Ha seguito una specifica formazione quadriennale sotto la guida di due trainer statunitensi - Paul Rubin e Julie Casson - entrambi allievi diretti di Moshe Feldenkrais, inventore del Metodo che da lui prende il nome. Applica da tempo i principi fondamentali del Metodo nell’insegnamento strumentale, dai livelli elementari a quelli più avanzati. Ha inoltre seguito seminari per l¹applicazione del Metodo ad altre funzioni specifiche, tra le quali anche la vista e la visione. Pratica l¹insegnamento del Metodo anche in ambito non musicale, sia nella modalità di gruppo, denominata Consapevolezza Attraverso il Movimento®, che in quella individuale, denominata Integrazione Funzionale®. Ha tenuto corsi di Consapevolezza Attraverso il Movimento® anche presso la Scuola Civica di Musica di Milano e in corsi musicali estivi, oltre a tenere specifici corsi di formazione per docenti di vario ordine e grado.

    foto-91Carla Fienga

    Propedeutica Musicale

    Carla Fienga è nata a Milano nel 1990. Ha iniziato a quattro anni gli studi musicali presso Il Classico scuola di musica compiendo un completo percorso formativo; partendo dal corso Propedeutico ha poi iniziato lo studio del pianoforte, con il M° Karaca, completando il corso Preparatorio e Principale. Ha frequentato in seguito il corso professionale, nel quale ha potuto approfondire diversi stili e periodi, dal Barocco al Novecento, con maggiore attenzione al periodo romantico. Nel 2014 ha conseguito la laurea magistrale in ingegneria elettrica con la votazione di 110 e lode. È attualmente iscritta al primo anno del biennio di pianoforte presso il conservatorio Vittadini di Pavia. Per la stagione delle Anteprime ha eseguito musiche di Mozart, Ravel e l’integrale dei Preludi di Chopin. Ha partecipato a Masterclass pianistiche e di musica da camera tenute dal M° Poli, M° Ballista e M° De Martini. Dal 2014 svolge l’attività didattica di Propedeutica musicale.

    Carla Minerva

    Corso Musica 0-3 anni

    Carla Minerva si avvia sin da piccola allo studio del pianoforte, frequenta il Conservatorio di Musica “L. d’Annunzio” di Pescara dove si diploma con il massimo dei voti nel 2004. Contemporaneamente frequenta la facoltà di psicologia presso l’università “La sapienza” di Roma dove si laurea in psicologia clinico-dinamica per l’infanzia, l’adolescenza e la famiglia. L’importanza dell’educazione musicale nel percorso di formazione del bambino la fa avvicinare all’AIGAM  (Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale) dove frequenta nel 2008/2009 il corso di formazione “L’insegnamento della Music Learning Theory da 0 a 6 anni” per diventare insegnante associato. Negli anni successivi continua il percorso formativo all’interno dell’AIGAM frequentando diversi seminari e corsi di formazione per l’insegnamento musicale dai 6 anni in su. Dal 2011 al 2013 frequenta il corso di formazione Atem-Tonus -Ton® per approfondire l’uso della voce cantata e del suo insegnamento. Nel 2011 si iscrive alla Scuola superiore per direttori di coro presso la fondazione “G. d’Arezzo” ad Arezzo e dal 2012 diventa direttore del coro di voci bianche presso la sede nazionale dell’Aigam a Roma.

    chiara-dimaggio

    Chiara Dimaggio

    Corso Propedeutico

    Si diploma brillantemente in Violino presso il Conservatorio di Musica “E. R. Duni“ di Matera sotto la guida del M° Aldo Matassa. Sempre presso il Conservatorio di Matera, consegue la laurea di II Livello in Musica da Camera con il massimo dei voti e la lode.
    Si perfeziona presso la Scuola di Musica di Fiesole in Violino da Spalla con il M° Lorenza
    Borrani. Si perfeziona in Violino con il M° Stefan Biro.
    Si distingue in qualità di violinista durante masterclasses nazionali e internazionali di Violino,Musica d’ Insieme, Musica da Camera, Quartetto e Prassi esecutiva per Strumenti ad Arco con docenti di chiara fama internazionale quali Felix Ayo, Alessandro Moccia, Szymon Krzeszowiec,
    Marcin Markowicz.
    Svolge una intensa attività concertista sia in ambito cameristico che orchestrale collaborando con diversi gruppi da camera e orchestra tra cui Cameristi della Scala, Orchestra della Svizzera Italiana, Orchestra Nuova Cameristica di Milano, Orchestra ICO Magna Grecia, Orchestra I Nostri Tempi di Firenze, Orchestra Sinfonica Umberto Giordano, Orchestra Mercadante e molte altre. Partecipa inoltre a numerose rassegne musicali quali “Europa in Felix” presso il Teatro Romano di Fiesole, “Note di Primavera“ presso l’Auditorium Cosimo Ridolfi di Banca CR Firenze, ”Festival per le Orchestre Giovanili” Isola di Ischia, “Di Suoni e di Danze VII edizione“, “Non solo Mozart”, “Percorsi Musicali tra Chiese e Sassi”, “Il Conservatorio nei Borghi”.

    Vanta collaborazioni in qualità di violinista con artisti di chiara fama quali Josè Carreras, Michael Bolton, Fabrizio Bosso, Louis Bacalov, Simone Cristicchi, Bobo Rondelli, Enrico Montesano, Ornella Vanoni, Massimo Ranieri, Umberto Tozzi, Patty Pravo, Fausto Leali, Silvia Mezzanotte.
    Ha maturato interesse per la didattica e pedagogia musicale completando, la formazione nella Metodologia e Pratica dell’Orff-Schulwerk presso l’OSI (Orff –Schulwerk Italiano, Roma) e partecipando a numerosi seminari di approfondimento e aggiornamento didattico-musicale.
    Dal 2007 svolge l’attività di insegnante di Violino e Propedeutica Musicale presso strutture private, istituzioni scolastiche paritarie e statali, con riscontri molto positivi.
    Attualmente segue il Corso di Post-Formazione in Didattica degli Strumenti ad Arco presso il Conservatorio della Svizzera Italiana, Lugano.

    mo1Monica Bianchi

    Responsabile organizzativa dell’Associazione

    Persona ben radicata nel quartiere, impegnata nel sociale, in particolare nel mondo della scuola e dell’associazionismo ad essa collegato, porta a IlClassico la sua esperienza nell’ambito dell’organizzazione e della comunicazione.

      Per saperne di più...

    • Insegnanti
    • Metodologia
    • Presentazione


    • Procurati il Flash Player per vedere la presentazione.